Questi consigli vi aiuteranno a stabilire un programma di alimentazione con cibi solidi in modo che il vostro piccolo mangiatore sia felice di scavare.

Avete scattato le foto dei solidi di partenza del vostro munchkin con la bocca sporca e avete condiviso la prima pietra miliare del pasto, e ora vi state chiedendo dove andare da qui.

Quanto cibo per bambini dovresti dare da mangiare al tuo piccolo e quando dovresti iniziare con un piano di tre pasti al giorno? Qual è il rapporto tra solidi e liquidi – e dovrebbero essere entrambi sul menu allo stesso tempo?

Trovate le risposte a queste domande, insieme a semplici linee guida per impostare un programma di alimentazione per il bambino.

Con quale frequenza e in quali orari devo nutrire i cibi solidi per bambini?

Il momento “perfetto” della giornata per nutrire il vostro bambino è quello che va bene per entrambi. Se allattate al seno il vostro piccolo, potreste provare con i solidi quando la vostra riserva di latte è al minimo (probabilmente nel tardo pomeriggio o la sera presto). D’altra parte, i bambini che si svegliano con gli occhi lucidi e desiderosi potrebbero essere felici di assaggiare i solidi per la prima colazione.

Imparerete rapidamente quando è interessata a mangiare e quando non lo è, cosa che vi mostrerà aprendo la bocca e prendendo volentieri dei bocconcini contro il fatto di girare la testa dal cucchiaio che le offrite. Seguite le indicazioni e non forzate le poppate – potete sempre riprovare più tardi.

Iniziate con un pasto al giorno, poi passate a due (provatene uno al mattino e uno alla sera) per il mese successivo. Con l’avanzare dell’età, potete lavorare fino a tre pasti solidi al giorno con uno spuntino o due nel mezzo.

Come posso integrare l’allattamento al seno o il biberon una volta introdotti i solidi?

Anche se ora il vostro bambino si nutre con un cucchiaio, la maggior parte della sua alimentazione proviene comunque dal latte materno o dal latte artificiale. Considerate i solidi che servite come integratori salutari e come un’opportunità per il vostro tesoro di esplorare nuovi gusti e nuove consistenze.

Quindi, quando si dovrebbe tirare fuori un biberon (o il seno) e quando si dovrebbero servire i solidi? Non c’è davvero una regola fissa. Alcune mamme trovano che un antipasto di latte o di latte artificiale sia un buon modo per iniziare un pasto, quindi i loro piccoli non sono troppo affamati per accontentarsi di mangiare. Altre mamme offrono i solidi come primo piatto e il latte o la formula per il dessert. Poi ci sono mamme che amano separare completamente i solidi dalle sessioni di allattamento o di alimentazione a bottiglia.

Poiché non c’è giusto o sbagliato, sperimentate finché non trovate un programma di alimentazione che funzioni per voi.

Tabella di alimentazione per bambini: Quanto devo nutrire il bambino in una seduta?

Una buona regola per capire quanto dare al piccolo durante ogni pasto: Cominciate dal piccolo e lavorate in alto. Anche se le prime pappe del vostro bambino possono essere composte da un cucchiaino o due di cereali, una volta che ha imparato a mangiare, potete usare la seguente tabella come linea guida generale:

Da 4 a 6 mesi

Da 24 a 36 once di latte o formula (o da cinque a otto sessioni di allattamento al giorno)
Da 1 a 4 cucchiai di cereali una o due volte al giorno
Da 1 a 4 cucchiai di frutta e verdura una o due volte al giorno

Da 6 a 8 mesi

Da 24 a 36 once di latte artificiale o di latte (ora che la vostra bambina è un’allattante più efficiente, probabilmente la allatterete al seno da quattro a sei volte al giorno)
Da 4 a 9 cucchiai di cereali, frutta e verdura al giorno, distribuiti su due o tre pasti
Da 1 a 6 cucchiai di carne o altre proteine (come yogurt, ricotta o uova sbriciolate) al giorno

Da 9 a 12 mesi

Da 16 a 30 once di latte o latte in polvere (o da tre a cinque sedute di allattamento al giorno)
Circa 1/4 a 1/2 tazza ciascuno di cereali, frutta e verdure due volte al giorno
Circa 1/4 a 1/2 tazza di latticini al giorno
Circa 1/4 a 1/2 tazza di cibi ricchi di proteine al giorno

Ricordate solo che ogni bambino è diverso e ogni giorno è diverso – i problemi di alimentazione sorgono, e la vostra piccola mangiatrice potrebbe essere felice di mangiare un giorno e stringere la sua piccola bocca chiusa il giorno dopo.

Ci vorrà qualche prova ed errore per capire il miglior programma di alimentazione per il vostro bambino, ma finché il vostro piccolo mangia una varietà di cibi e cresce e prospera, potete stare certi che è ben nutrito.