Tutti a bordo del baby talk express! Prossima fermata: Babble Town… e con tutti quegli stupidi rumori nuovi, sarà una corsa esilarante.
Il vostro bambino imparerà a parlare a tappe, iniziando con sospiri e boa, seguiti da suoni consonanti e vocali, quello che spesso viene chiamato balbettio. I balbettii del bambino come “a-ga” e “a-da” alla fine si combinano per creare parole di base e suoni di parole. Ma abbiate pazienza, mamma e papà: Ci vorrà un po’ di tempo prima che il cervello del bambino associ suoni simili a parole come “ma-ma” e “da-da” ai loro veri significati. (Eppure, è divertente immaginare che il tuo miele dica davvero “mamma e papà” entro il sesto mese – e non sareste i primi genitori orgogliosi a crederci).

Cerchi primati più divertenti? Visitate il nostro Centro Traguardi!

Quando aspettarselo: Molti bambini iniziano a balbettare tra i 4 e i 6 mesi e continuano a sviluppare il loro repertorio di suoni di combinazione consonante-vocale per molti mesi a seguire. Ecco uno sguardo a cosa aspettarsi quando – anche se la linea temporale della vocalizzazione del vostro bambino può variare:

  • Da 6 settimane a 3 mesi: suoni vocalici (a-aa, i-ii), tubare e gorgogliare
  • Da 4 a 5 mesi: combinazioni di consonanti e suoni vocalici (a-ga, a-ba, a-da)
  • Da 6 mesi: canta stringhe di consonanti (da-da-da-da-da-da-da)
  • Da 8 mesi: consonanti doppie senza significato (da-da, ma-ma, ha-ha)
  • Da 8 a 18 mesi: parole o parole-suoni con significato (ba-ba per “palla”, “da” per “papà” o “cane” o “bambola”)

Per aiutare a potenziare sia il linguaggio ricettivo (capire ciò che sente) sia il linguaggio espressivo (dire le proprie parole), parlate e parlate e parlate con il vostro piccolo. Studi recenti suggeriscono che i bambini acquisiscono più velocemente le capacità comunicative quando i genitori reagiscono ai loro balbettii con spunti linguistici di sostegno. In altre parole, il vostro piccolo collegherà il suono “ba-ba-ba-ba” al suo pallone verde se gli rispondete come se quello che ha detto veramente fosse: “Amo così tanto il mio pallone verde che me lo metterò in bocca immediatamente! (E, se ci pensate, potrebbe benissimo essere quello che intendeva dire). Così, quando il bambino dice “ba-ba-ba-ba”, potete incoraggiare il suo sviluppo linguistico rispondendo: “Palla! Sì, quella è la palla di Henry. La palla verde di Henry. E la palla non ha un sapore delizioso?”.

Altri modi per incoraggiare i balbettii del tuo bambino:

  • Date al vostro bambino un giocattolo e parlatene. “Cane! Questo è un cane viola. Woof woof woof”.
  • Stabilite un contatto visivo con il vostro bambino mentre sta facendo “conversazione” con voi. Quando balbetta, guardatelo negli occhi, sorridete e rispondete.
  • Imitate i balbettii del vostro bambino.
  • Se lo sentite imitare un suono che fate, ditelo ancora – e ancora. La ripetizione può sembrarvi semplice e sciocca, ma è davvero emozionante per il vostro bambino: Incoraggia la sua pratica di vocalizzazione e gli insegna anche che i suoni non sono solo divertenti da fare, ma sono anche modi per comunicare.
  • Fate molte domande (“Dovremmo andare a piedi al parco o in biblioteca?”). “Pensi che al nonno piacerebbe questa torta con le rose o questa con i palloncini?”). Poi rispondi (“Sì, penso che alla nonna piacerebbero queste belle rose”). Sì mamma, stai parlando da sola, ma stai anche modellando il dare e avere una conversazione.
  • Sei perplessa per un argomento di conversazione? Dite alla vostra bambina cosa state facendo voi (e lei). “La mamma si mette il cappotto di Kelly – clip, clip! – per tenere Kelly al caldo. Ora mettiamo una sciarpa accogliente e – uno, due – guanti!”. Non sa cosa stai dicendo, ma lo saprà presto!
  • Cos’è questo rumore? Fatelo notare alla vostra bambina: “Ascoltate, un gattino sta facendo le fusa!” oppure “Sento un’auto che fa le fusa, zooma, zooma lungo la strada”. Questa è un’ottima pratica per il bambino e per l’età prescolare, quando vorrai che abbia delle buone “orecchie d’ascolto” – cioè orecchie che sentono e ascoltano le tue regole.
  • Leggete, leggete e leggete ancora un po’. I libri sono una super fonte di nuove parole per un bambino. Provate le filastrocche, i libri da tavolo robusti, persino tutto quello che c’è sul vostro comodino (Ehi, leggere alla vostra bambina potrebbe essere l’unica possibilità che avete di scavare in un romanzo, quindi andateci!)

Cosa di cui non preoccuparsi: Non c’è davvero un modo sbagliato di parlare al vostro bambino – non preoccupatevi di rafforzare i “discorsi senza senso” invece delle “parole vere”, lasciando che il vostro bambino balbetti o gli balbetti in faccia. Il balbettio è un elemento fondamentale per il linguaggio e la comprensione della lingua, e anche i suoni e i rumori più stupidi aiutano il vostro bambino a praticare i movimenti della bocca di cui avrà bisogno per le sue prime vere parole.

Cosa c’è dopo: Con sufficiente pratica e incoraggiamento da parte vostra, i balbettii del vostro bambino si combineranno alla fine per creare le prime parole di base del vostro piccolo.