Il vostro bambino fa fatica, grugnisce e si contorce a disagio dopo la poppata? Ecco come aiutare con il gas.

La maggior parte delle mattine, la mamma di Toronto Rana Solianik si sveglia con una sinfonia di suoni gassosi provenienti dalla culla del figlio di nove settimane. “Inizia intorno alle 5 del mattino, e Theodore grugnisce per tutto il tempo, a volte piangendo mentre tira dentro e fuori le gambe”, dice Solianik. “Può tenerci svegli fino a due ore”.

Cosa causa il gas nei bambini?

Il gas è una parte normale dello sviluppo dei neonati. “Tutti i bambini sono gassosi a un certo punto”, dice la pediatra Catherine Pound, che esercita presso l’ospedale pediatrico dell’Ontario orientale di Ottawa. I bambini piccoli mangiano quasi costantemente e il loro sistema digestivo è ancora immaturo, quindi ci si aspetta un po’ di flatulenza e rutti quando diventano più abili nel digerire il latte materno o il latte artificiale. Ma quando si tratta di tenere il bambino (e voi) sveglio la notte, o di causare pignolamenti, potreste voler cercare di risolvere rapidamente questo problema comune.

Come gestire il gas del bambino

Il medico di Solianik ha raccomandato gocce probiotiche per bambini ogni mattina per aiutare con i problemi di pancia di Theodore, che sono stati attribuiti al gas. Di tanto in tanto gli dà anche Ovol (un rimedio da banco contenente simethicone, che rompe le bolle di gas nello stomaco e nell’intestino).

“Ci sono pochissime prove che queste cose aiutino, ma non c’è nemmeno la prova che facciano male”, dice Pound. “Se i genitori sentono che stanno facendo la differenza, è fantastico”.

Massaggiare delicatamente la pancia può anche aiutare il bambino a smaltire il gas. Si possono imparare alcune tecniche utili (sia online che in classe), come ad esempio massaggiare l’addome con un movimento in senso orario per alleviare il disagio digestivo, o semplicemente fare quello che sembra fare bene al bambino, dice Pound. “Tirare le gambe dentro e fuori con un movimento in bicicletta a volte aiuta anche, ma anche in questo caso non è una cura magica”.

Essere vigili sul rutto dopo le poppate può aiutare a prevenire i dolori gassosi. Se il vostro bambino gassoso si addormenta mentre allattate o prendete un biberon, considerate la possibilità di svegliarlo per fargli fare il ruttino. Con un po’ di fortuna, torneranno subito nel mondo dei sogni quando avrete finito. Ci sono diverse posizioni di rutto che i genitori possono provare, tra cui quella di tenere il bambino con il petto contro la vostra spalla, di metterlo in ginocchio, con una mano che sostiene il collo e la testa mentre gli date una pacca sulla schiena.

Andrea Cheung ha imparato l’arte del rutto di suo figlio di cinque mesi, Gilbert. “Sono abbastanza sicuro che questo lo abbia aiutato molto con il gas”, dice Cheung. “Ha avuto qualche problema [con la digestione] quando era più giovane, ma non ora, perché fa il ruttino così bene”.

Bambini alimentati a gas e con il biberon

Se allattate il vostro bambino con il biberon, cambiare lo stile del biberon o del capezzolo può essere d’aiuto. “Alcuni fanno meglio con i capezzoli che hanno un flusso più lento”, dice Pound. Cambiare il tipo di formula può anche aiutare con il gas. “L’unico momento in cui cambiare la formula fa la differenza è se il bambino ha un’intolleranza alle proteine del latte”, dice. (La maggior parte delle marche contengono latte, solo in formulazioni leggermente diverse). Se la gassosità è grave e accompagnata da coliche (definite come pianto che dura tre ore al giorno per più di tre giorni alla settimana e continua per più di tre settimane) o un cambiamento drammatico nelle feci, compresa la cacca verde o sanguinolenta, può essere un segno di intolleranza alle proteine del latte di mucca o di allergia. Il bambino può richiedere una formula ipoallergenica o ampiamente idrolizzata fatta con proteine più facili da digerire. Se si sospetta un’allergia alle proteine del latte di mucca, parlate con il vostro medico prima di fare un cambio.

Gas e bambini allattati al seno

Alle mamme che allattano può essere detto di eliminare i latticini dalla propria dieta perché un bambino allattato al seno con una diagnosi di allergia alle proteine del latte vaccino può essere esposto alle proteine attraverso il latte materno. “Questo è uno degli unici casi in cui una riduzione o l’eliminazione di un alimento dalla dieta della mamma può essere benefica”, dice Nishta Saxena, dietista e specialista di nutrizione pediatrica e familiare registrata. Ma i cibi tipicamente gassosi come broccoli, fagioli e lenticchie consumati dalla mamma non sono in grado di causare gas in un bambino allattato al seno. “Non abbiamo molte prove che dimostrino un miglioramento della gassosità con l’eliminazione dei cibi dalla dieta della mamma”, dice Saxena.

Per la maggior parte, i bambini hanno solo bisogno di tempo per far maturare la pancia e l’apparato digerente, e poi i problemi di gas diminuiranno. Tuttavia, se l’intensità del pianto è aumentata, se non si riesce a calmare il bambino per un periodo di tempo prolungato, o se il suo addome appare eccessivamente dilatato o si sente difficile al tatto, chiamate il vostro medico. “Anche il riflusso o una risposta allergica possono essere scambiati per gas, quindi è importante verificare con il vostro medico”.