Tra le varie cose, è probabile che il vostro piccolo sia sempre a caccia di nuove scoperte! I bambini a questa età sono super curiosi e si interessano a tutto.

Durante quest’ultimo mese d’infanzia, potreste cominciare a notare i primi segni che il vostro bambino non sarà più un bambino per molto tempo.

Con l’aumento della mobilità indipendente e dell’indipendenza in generale, inizierete a intravedere i comportamenti che preannunciano i primi anni di vita del bambino.

Il vostro bambino potrebbe già camminare (anche se la maggior parte non lo fa ancora) e parlare (non preoccupatevi se non è così), e sicuramente si sta divertendo molto ad esplorare, comunicare ed entrare in contatto con tutto ciò su cui può mettere le mani.

Quindi prendetevi una seconda tazza di caffè o tè e riposatevi, se potete, perché il vostro bambino più grande e attivo vi farà correre (letteralmente)!

Ecco cosa aspettarsi dal vostro bambino ad 11 mesi.

Lo sviluppo del vostro bambino a 11 mesi

Nozioni di base sul sonno
A questa età, i bambini di solito dormono circa 11 ore di notte (molti senza interruzioni) e fanno due sonnellini al giorno di complessivamente tre o quattro ore.

Nozioni di base sull’alimentazione
Il bambino dovrebbe mangiare da ¼ a ½ tazza di cereali, frutta e verdure, da ¼ a ½ tazza di latticini e da ¼ a ½ tazza di alimenti proteici al giorno. Potete comunque offrire al vostro bambino da 473 a 710 ml di latte materno o latte artificiale al giorno.

Lo sapevate?
Questo è il momento perfetto per iniziare a insegnare al vostro piccolo alcune differenze fondamentali tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Il vostro bambino ha fatto tanta strada dai suoi primi giorni di vita, quando anche tenere la testa ferma era un’impresa di sviluppo. A questo punto il vostro cucciolo potrebbe avere cominciato a camminare tenendosi aggrappato ai mobili, possibilmente riuscendo a rimanere in piedi da solo per un minuto o due.

Qualche bambino di 11 mesi sarà già in grado di camminare da solo, anche se la maggior parte dei bambini non cammina bene fino a circa 13 mesi e mezzo, e molti un po’ più tardi. Se igli altri segni di sviluppo procedono normalmente, camminare in ritardo è raramente motivo di preoccupazione.

Non importa dove il vostro bambino si trovi nello spettro dei quasi camminamenti, tirate fuori i giocattoli da tirare e spingere, come il passeggino per bambole, il carrello della spesa o il centro di attività su ruote che il bambino può spingere in giro per casa.

I giocattoli da cavalcare che spingono il vostro piccolo verso la mobilità autonoma faranno appello alle vostre capacità di vigilanza.

Anche sul fronte dello sviluppo, il vostro bambino sarà probabilmente in grado di battere le mani, fare ciao ciao con la mano, battere insieme i giocattoli, alzare le braccia per chiedere di essere preso in braccio. Inoltre, potrebbe già bere da una tazza, prendere un piccolo oggetto ordinatamente con la punta del pollice e dell’indice, eventualmente dire “Dada” o “Mamma” e forse una o più altre parole con un significato (molti non diranno la loro prima parola fino a 14 mesi o più tardi). Potrebbe copiare i suoni e i gesti che fate, o anche far rotolare una palla verso di voi.

Continuate a stimolare le capacità motorie fini del bambino, le sue capacità cognitive e le sue abilità linguistiche, fornendo blocchi e altri giocattoli impilabili, puzzle e selezionatori di forme, pupazzi, cubi di attività, giocattoli musicali, pastelli e pennarelli e, naturalmente, molti libri.

Anche i giochi di ruolo cominceranno ad essere importanti, via via che il bambino diventerà più fantasioso e un maestro imitatore: bambole pensanti, una casetta per i giochi, una cucina da gioco, finti cibi e stoviglie, un telefono giocattolo, un banco da lavoro o un kit medico.

Ma, soprattutto, quando si tratta delle pietre miliari dello sviluppo del bambino, ricordate che ogni bambino è diverso e ognuno di essi padroneggia competenze diverse (come stare in piedi e camminare) a età diverse.

I bambini imparano meglio quando li lasciate imparare al loro ritmo, quindi date al vostro piccolo lo spazio per esplorare, osservare e partecipare. Raggiungerà queste tappe fondamentali quando sarà il momento giusto.

Se qualcosa non vi sembra giusto, o se siete preoccupati di un eventuale ritardo rispetto ai suoi coetanei, rivolgetevi al vostro pediatra per una rassicurazione o una guida.

La crescita del vostro bambino a 11 mesi

Mentre il bambino si avvicina alla fine del primo anno, sarà cresciuto fino a circa 7,7-12 kg di peso e un’altezza di 68,5-81 cm. Se avete una bambina, aspettatevi un peso da 6,8 a 11,3 kg e un’altezza da 66 a 79 cm.

A questo punto, dovreste già aver fatto i primi passi verso lo svezzamento dal biberon, per liberarvene subito dopo il primo compleanno e non più tardi di circa 18 mesi, a meno che il vostro medico non vi dica il contrario.

E lo svezzamento dall’allattamento al seno? Gli esperti consigliano di continuare ad allattare, idealmente, per almeno un anno intero, e poi per tutto il tempo desiderato dalla mamma e dal bambino.

Quindi, se allattate ancora e volete continuare, fatelo pure. Non c’è motivo di smettere di allattare al seno se non avete fretta di svezzare il vostro bambino e, dall’altro canto, il vostro bambino non ha fretta di essere svezzato.

Ricordate solo che, poiché i bambini più piccoli hanno bisogno di più proteine, vitamine e altre sostanze nutritive di quante ne possa fornire il solo latte materno, dovrete assicurarvi di fornire anche tutti i solidi necessari (e il latte vaccino da bere) dopo il primo compleanno per tutta la nutrizione di cui ha bisogno.

La salute del vostro bambino a 11 mesi

Con l’avvicinarsi del suo primo compleanno, avrete notato che la vostra piccola non è più così piccola.

Le sue capacità fisiche sempre crescenti, unite a una nuova indipendenza e mobilità, significano che dovrete tenerla sempre sotto controllo.

Spazzolare i denti del bambino
Prendersi cura dei denti della vostra bambina ora contribuirà ad assicurarle una buona salute dentale per tutta la vita. I dentisti pediatrici consigliano di pulire le gengive del bambino dopo la poppata con un panno morbido e umido o uno spazzolino da dita in gomma o silicone.

Sicurezza ai piedi
Non si può evitare che il piccolo cada, ma si possono prendere dei provvedimenti per attutire i colpi. Mettete dei cancelletti per bambini in cima e in fondo alle scale, coprite eventuali radiatori o caloriferi attivi e imbottite gli angoli appuntiti, come quelli di un tavolino di vetro.

Prevenire il soffocamento
I bambini di età inferiore ai 4 anni sono particolarmente a rischio di soffocamento, soprattutto perché si mettono praticamente tutto in bocca quando non sono ancora abili a masticare. Se vedete il vostro bambino soffocare e incapace di tossire o respirare (e non sapete come fare la manovra di Heimlich su un bambino di età inferiore a 1 anno), chiamate subito il 118.

Gole doloranti
Di solito, il mal di gola è causato da un’infezione virale o batterica (anche se in alcuni casi può essere innescato da altre sostanze irritanti). Può essere difficile individuare i sintomi di un mal di gola in un bambino (anche se è già più facile in bambini più grandi come il tuo), quindi potrebbe essere necessario fare un piccolo lavoro investigativo per capire se la gola gli fa male.

Mal d’auto nei neonati
Il mal d’auto si verifica quando le orecchie, gli occhi, i muscoli e i nervi delle articolazioni del vostro piccolo ricevono segnali contrastanti, provocando mal di stomaco, affaticamento, vomito, pianto e pallore.

Consigli post-partum e nuovi consigli per i neonati

Stammi bene, piccola
In questo momento, il vostro bambino di 11 mesi sta imparando a prendersi cura di se stesso, in piccoli ma significativi modi.

Per esempio, può essere in grado di sorseggiare il suo latte (latte materno o latte artificiale, non è ancora pronto per il latte di mucca) dalla sua tazza, e nutrirsi da solo per gran parte della sua cena. Capelli, bavaglino, grembo e pavimento gliene sono grati.

Quando lo vestite, il bambino può spingere i suoi pugni attraverso le maniche, se li guidate, o può sgranchirsi le gambe per i pantaloni o i calzini.

Insegnare al bambino le regole
Ormai conoscete meglio il vostro bambino, quindi seguite il vostro istinto. Alcuni piccoli rispondono bene a un dolce “non toccare, è pericoloso”, mentre altri hanno bisogno di sentire un tono più deciso o di essere fisicamente allontanati dall’oggetto che li attira. Il vostro obiettivo è imporre dei limiti equi, applicandoli con amore.

Siate coerenti, o confonderete la vostra bambina e lei avrà difficoltà a capire quali regole volete che segua veramente e quali invece non contano.

Ricordate anche che la distrazione è vostra amica. Non potete (e non dovreste) impedirle di mettersi nei guai, ma spesso potete evitare un disastro (o un capriccio) offrendo un’alternativa allettante.

Speziare la cena
Chi ha bisogno di blandi e unti hamburger quando si possono cucinare a casa polpette più sane e ricche di sapore?

Ecco il segreto per insaporire il tacchino o la carne di manzo magra macinata: mescolate un po’ di curry in polvere o in pasta, poi aggiungete i peperoni rossi a dadini o le carote tritate per un dolce piatto ricco di antiossidanti.

Dopo averli grigliati, mettete gli hamburger in panini integrali e aggiungete un cucchiaio di chutney di mango in bottiglia.

Volete un futuro banchetto a base di hamburger già pronto? Congelate le polpette non cotte per lasciarle ad una futura cena, utilizzando il barbecue o il piano cottura.

Portare il bambino sullo scivolo
Mettetevi di lato e fatelo scivolare dolcemente lungo il pendio dello scivolo, facendo arrivare in fondo prima i piedi. Sarà evidente il suo gradimento (o meno) nei confronti di questa attività.

Potete anche mostrae come una palla o una macchinina rotoli velocemente giù per lo scivolo. E non è troppo presto per indicare alcune regole di sicurezza che farete rispettare quando sarà un po’ più grande, come aspettare che gli altri bambini scendano prima di fare un giro e non salire dal fondo.

Attenzione al ferro
Ti senti stanca ultimamente? Potresti essere a corto di ferro.

Il ferro è una sostanza nutritiva indispensabile per produrre l’emoglobina nei globuli rossi che trasporta l’ossigeno dai polmoni alle cellule di tutto il corpo. Quando i nostri livelli di ferro si abbassano, c’è meno emoglobina per trasportare l’ossigeno.

Fortunatamente, il ferro è facile da reintegrare, soprattutto se sei un mangiatore di carne. Trova tagli magri o extra magra che contengono meno di 10 grammi di grasso per ogni porzione di 100 g circa, come l’arrosto e il controfiletto. Nel caso dei vegetariani, optate per la quinoa.

Sia che cuciniate la bistecca o la quinoa, servite con un contorno di verdure scure e a foglia, come cavolo o bietole. Sono entrambe ottime fonti di vitamina C, che aiuta il corpo ad assorbire meglio il ferro.

Regole di sicurezza per gli animali domestici
Se avete un animale domestico o ne avrete presto uno, ricordate questi consigli di sicurezza:

  • Mai e poi mai lasciare un bambino da solo con un cane o un gatto, a prescindere da quanto dolce e delicato sia l’animale.
  • Usa un cancello per bambini per tenere il tuo cane fuori dalla stanza in cui si trova il tuo bambino. Meglio ancora, isolate in una gabbia il vostro cane quando dovete creare una certa distanza tra lui e il bambino. Non solo è un modo efficace per separarli, ma il vostro cucciolo probabilmente lo apprezzerà. Un cane stressato dall’essere inseguito in giro vedrà una gabbietta come un rifugio sicuro.
  • Il vostro cane dovrebbe almeno rispondere a dei semplici comandi. Ad esempio, “siediti”, “sdraiato”, “a cuccia”, “vieni” e “scendi” (un segnale per indicargli di tornare a quattro zampe dopo essere saltato addosso a qualcuno). Anche se non avete fatto addestrare il cane, non è mai troppo tardi per imparare le basi. Il veterinario può aiutarvi a trovare un addestratore o un corso adatta alla razza, al temperamento e all’età del vostro cane. È più difficile educare un gatto, ma è anche vero che i gatti di solito scappano quando si sentono minacciati.

Scarpe per bambini
Vuoi comprare il primo paio di scarpette per il tuo bambino? Per ora, lascialo a piedi nudi. I piedi nudi danno ai piedi del bambino un incontro più ravvicinato con il pavimento, e questo aiuterà a sviluppare l’equilibrio e la coordinazione.

Se siete preoccupati che faccia troppo freddo in casa, prendete dei calzini con la suola antiscivolo.

Per le escursioni all’aperto, scegliete delle scarpe leggere e flessibili.

State lontani da stivaletti alti o da scarpe da ginnastica alte: un sostegno eccessivo della caviglia può realmente rallentare il vostro piccolo deambulatore.