Il tuo bambino è sveglio tutta la notte? Non preoccupatevi, è del tutto normale. Ecco come affrontare il sonno del neonato.

Dacia Carney ricorda vividamente di aver guidato il figlio neonato Evan per le strade tranquille del suo quartiere nelle ore piccole, cercando di farlo addormentare. Evan aveva le giornate e le notti confuse, sonnecchiando di giorno, ma con gli occhi spalancati e pronto a divertirsi la notte. La mamma di Calgary era esausta per il sonno del neonato.

Secondo Burlington, Ont., la consulente pediatrica per il sonno Alanna McGinn, la confusione giorno-notte avviene perché i neonati devono ancora sviluppare i loro ritmi interni. “Questi orologi guidano i nostri ritmi circadiani e creano un meccanismo di temporizzazione interna che ci rende più svegli durante il giorno e più stanchi di notte”, spiega. “I genitori tendono ad avere aspettative irrealistiche che un neonato possa adattarsi al loro nuovo mondo troppo velocemente, dopo aver trascorso nove mesi in una relativa oscurità. Solo che non sono pronti per lo sviluppo”.

Infatti, Leigh Anne Newhook, pediatra di St. John’s, Nfld., dice che per le prime sei-otto settimane, molti, anche la maggior parte dei neonati hanno le giornate e le notti confuse. Anche le poppate 24 ore su 24 giocano un ruolo importante in questo, poiché i piccoli hanno un elevato bisogno biologico di mangiare e le loro piccole pance si svuotano rapidamente. Newhook aggiunge che i livelli di ossitocina e prolattina di una neomamma sono elevati di notte, il che significa che produce più latte, incoraggiando i neonati a nutrirsi frequentemente.

Cosa si deve fare se il neonato è sveglio di notte?

Cosa possono fare i genitori insonni, a parte aspettare che si svegli? McGinn vi suggerisce di inviare al vostro bambino spunti ambientali e sociali durante il giorno e la notte. “Tenete il vostro bambino esposto alla luce del sole e ai rumori quotidiani durante il giorno, anche mentre dorme; di notte, abbassate le luci e mantenete le interazioni silenziose”, dice. “Le poppate notturne e i calmanti dovrebbero essere brevi e noiosi”.

Potreste anche provare a tenere un registro delle abitudini di sonno della vostra bambina. Nella fase neonatale, i bambini dovrebbero dormire tra le 16 e le 18 ore per ogni periodo di 24 ore, anche se si svegliano spesso. Un registro può aiutarvi a distinguere alcuni schemi di sonno neonatale che non avete riconosciuto prima, in modo da potervi riposare un po’.

Cosa non fare? Tenere la bambina sveglia tutto il giorno, pensando di farla dormire meglio la notte. In teoria suona bene, ma questa tattica si ritorce contro i neonati, che diventano irritabili e più difficili da calmare, e di fatto dormono meno di notte, rispetto ai neonati che dormono regolarmente. McGinn consiglia di prestare molta attenzione ai segnali del sonno, tra cui occhi assonnati, sbadigli e pignolamenti; sono il modo in cui il bambino comunica che è pronto a tornare a dormire, anche se non è sveglio da molto tempo. Agendo sui primi segnali di sonnolenza – prima che si stanchi troppo e sia sovrastimolata – aiuterete il vostro bambino ad addormentarsi più facilmente e a dormire più profondamente.

“Può essere preoccupante per i genitori se è il loro primo figlio e non gli è stato detto che questo schema è qualcosa che si deve aspettare”, dice Newhook. “Potrebbero pensare che ci sia qualcosa che non va nel loro bambino, quando in realtà il bambino mostra un comportamento del tutto normale”.

Forse ci vorrà un po’ di tempo prima che il piccolo dorma tutta la notte, ma secondo Newhook, la maggior parte dei bambini ha le giornate e le notti sistemate per circa tre mesi, e dormono per periodi più lunghi di notte. Nel frattempo, non esitate a dormire durante il giorno, in modo da poter gestire il turno di notte. L’impulso a fare le cose durante il giorno è forte, ma un po’ di tempo di riposo è più prezioso di un contatore chiaro. Chiedete aiuto agli amici o ai familiari, che probabilmente vorrebbero coccolare il vostro neonato mentre vi riposate un po’. Potrebbe sembrare controintuitivo, ma resistete all’impulso di tenervi svegli con la caffeina durante il giorno; quando avete la possibilità di “dormire quando il bambino dorme”, volete poterne approfittare.