Un approccio unico per l’avvio di cibi solidi, lo svezzamento guidato dai bambini comporta il saltare direttamente al finger food e bypassare le puree. Ecco perché potreste volerlo considerare – e come iniziare.

Stai pensando di iniziare il tuo tesoro sui solidi? Potete immaginare cumuli di cereali di riso mollicci e purea di piselli più un sacco di tempo a convincere il bambino ad aprire quella minuscola bocca. Ma non deve essere per forza così. Un numero crescente di mamme sta bypassando le puree e gli alimenti in vaso per bambini con lo svezzamento guidato dal bambino – dando ai loro bambini il controllo su cosa (e quanto) mettono in bocca.

Che cos’è lo svezzamento guidato dai bambini?

Popolare nel Regno Unito e guadagnando trazione negli Stati Uniti, lo svezzamento baby-led è una pratica in cui i bambini di 6 mesi o più anziani saltano direttamente al finger food non appena vengono introdotti i solidi, bypassando puree e mashed-up alimenti. Si chiama baby-led perché la premessa è questa: lasciare che il vostro piccolo si nutra degli alimenti sani che vuole mangiare fin dall’inizio (ed è per questo che funziona solo per un bambino che ha almeno 6 mesi e che è in grado di autoalimentarsi). E permette ai bambini di imparare a masticare (o, più precisamente, a masticare le gomme) prima, e poi a deglutire. Inoltre impedisce ai genitori di spingere il cibo, poiché i bambini hanno il controllo di quanto mettono in bocca.

Quando iniziare lo svezzamento guidato da un bambino

Gli esperti, tra cui l’American Academy of Pediatrics (AAP), raccomandano ora che il momento migliore per iniziare a consumare cibi solidi sia intorno ai 6 mesi. A quell’età, la maggior parte dei bambini è in grado di stare seduti da soli e di afferrare e tenere gli oggetti. Hanno anche fatto cadere il riflesso di spinta della lingua (che li induce a spingere sostanze estranee fuori dalla bocca), in più il loro intestino ha sviluppato gli enzimi digestivi necessari per assorbire il cibo solido.

Vi chiedete se lo svezzamento guidato dal bambino sia adatto al vostro bambino? Chiedete un parere al pediatra del vostro piccolo; mentre la maggior parte dei bambini avrà il via libera, alcuni (quelli che hanno esigenze particolari e non sono in grado di raccogliere e masticare gli alimenti da soli) potrebbero non essere in grado di provare lo svezzamento guidato dal bambino. Allora guardate il vostro bambino – ad alcuni piace prendere l’iniziativa, ad altri no.

Vantaggi dello svezzamento guidato dai bambini

Secondo i sostenitori e alcune ricerche, i bambini che iniziano i solidi con lo svezzamento guidato dai neonati lo sono:

  • Familiari con più consistenze e sapori diversi rispetto ai bambini che vengono nutriti con le puree, il che può renderli più propensi a sviluppare preferenze alimentari più varie e sane nel lungo periodo. Inoltre, una serie di studi hanno dimostrato che i bambini che mangiano una varietà di alimenti (compresi i prodotti a base di arachidi e pesce) possono in realtà avere meno probabilità di avere allergie alimentari più tardi nella vita.
  • Meno probabilità di diventare sovrappeso rispetto ai bambini che vengono nutriti con il cucchiaio. Con l’allattamento al cucchiaio, il genitore ha il controllo (il che può far sì che i bambini mangino più velocemente e più del necessario, portando potenzialmente all’abitudine di ignorare le sensazioni di sazietà) – ma, come per l’allattamento al seno, lo svezzamento guidato dal bambino permette al bambino di auto-regolarsi su quanto mangia in base ai suoi livelli di fame.
  • Sviluppare la destrezza manuale e le capacità di coordinazione occhio-mano.
  • Imparare a masticare, che aiuta la digestione.

I lati negativi dello svezzamento guidato dal bambino

Anche se ci sono molte ragioni per considerare lo svezzamento guidato da un bambino, ci sono un paio di lati negativi, tra cui:

  • È disordinato: Mangiare il finger food è disordinato per i bambini di qualsiasi età, specialmente per quelli che stanno imparando ad aggrapparsi ad esso e a metterlo in bocca.
  • Bisogna fare attenzione al ferro: I bambini allattati al seno ricevono abbastanza ferro dal latte materno fino a quando il bambino non ha 4 mesi – ma i livelli possono diminuire a questo punto, ed è per questo che il pediatra probabilmente aggiungerà un supplemento di ferro alla miscela (1 mg/kg al giorno) fino a quando il bambino non inizierà a mangiare solidi ricchi di ferro. Tuttavia può essere difficile per alcuni bambini masticare molti alimenti ricchi di ferro (come la carne di manzo). La purea di carne, le verdure verdi e i cereali fortificati possono aiutare a colmare il vuoto. Come ulteriore precauzione, il vostro medico può anche consigliare al vostro piccolo di rimanere con un integratore di ferro per tutto il primo anno.

Il mio bambino rischia di soffocare?

Se avete problemi di soffocamento, prendetevi il cuore: Il vostro bambino se la caverà benissimo, a patto che offriate alimenti sicuri – le gengive del vostro piccolo sono in grado di masticare cibi morbidi.

Temete che il vostro nuovo mangiatore si trasformi in un nuovo bavaglio? Succede – soprattutto nelle prime settimane di svezzamento del bambino – quando il bambino cerca di manovrare dei grumi sconosciuti nella sua bocca. Ma tenete presente che il bavaglio è in realtà una risposta di sicurezza al cibo che viaggia troppo indietro nella bocca – e non è la stessa cosa del soffocamento, che è silenzioso.

Quando i bambini si imbavagliano, si stanno occupando del problema da soli, ed è meglio stare calmi (o almeno sembrare calmi) e aspettare che passi. Il bavaglio si attenuerà man mano che il bambino imparerà ad affrontare i solidi e i grumi. Detto questo, farete bene a imparare la differenza tra il bavaglio e il soffocamento, e cosa fare se è quest’ultimo:

  • Un bambino che soffoca sembra tossire leggermente e può fare un po’ di rumore.
  • Un bambino che sta soffocando sembrerà terrorizzato, non sarà in grado di respirare e non farà rumore.

Consigli per la sicurezza

Finché si presenta il cibo in modo sicuro, lo svezzamento guidato dal bambino è sicuro per il bambino. Alcuni consigli per garantire che il vostro bambino rimanga al sicuro quando iniziate a svezzare:

  • Evitate di servire cibi che comportano rischi di soffocamento, tra cui noci, uva intera, mele con la buccia e ciliegie.
  • Non lasciate mai il bambino da solo con il cibo.
  • Mantenete il bambino seduto in posizione eretta sul seggiolone mentre mangia.
  • Attenzione alle reazioni allergiche. Detto questo, il pensiero non è più quello di trattenere certi alimenti per evitare le allergie: Più opzioni offrite, più è probabile che il vostro buongustaio principiante accetti cibi diversi, il che si traduce in meno battaglie per i pasti in futuro.
  • Spiegate a tutti coloro che si prendono cura del vostro bambino lo svezzamento guidato dal bambino, in modo che seguano le vostre stesse precauzioni di sicurezza.

Iniziare lo svezzamento guidato dal bambino

Potreste essere scettici sul fatto che il vostro bambino di 6 mesi sarà in grado di maneggiare interi pezzi di cibo immediatamente, ma la capacità del vostro bambino di mangiare vi sorprenderà. Se avete deciso di far nascere il vostro bambino su solidi, seguite questi principi di base:

  • Investire in un grande bavaglino. Considerate la possibilità di vestire la vostra piccola con un semplice pannolino e di coprirla con un bavaglino o un camice di grandi dimensioni, e mettete un panno o un giornale sul pavimento sotto il seggiolone.
  • Continuare a allattare la piccola o con un biberon. Mantenete la stessa frequenza di allattamento o di allattamento al biberon, poiché i bambini ricevono la maggior parte della loro alimentazione dal latte materno o dal latte artificiale per la maggior parte del primo anno.
  • Saltare il programma. Forse avete sentito dire che dovreste inserire il vostro bambino in un programma di alimentazione che includa latte materno o latte artificiale più tre pasti di alimenti solidi al giorno. Ma se scegliete lo svezzamento guidato dal bambino, offrite semplicemente dei cibi solidi all’ora dei pasti e lasciate che sia il vostro bambino a decidere se vuole mangiarli.
  • Tagliate il cibo in bastoncini o strisce spesse. Tagliate gli alimenti a fette in modo che il bambino possa tenerli in pugno e masticarli dall’alto verso il basso (invece di piccoli pezzettini).
  • Iniziate lentamente. All’inizio, all’ora dei pasti dovete solo mettere uno o due pezzi di cibo davanti al vostro piccolo. Di più e potreste sopraffare il bambino con troppe scelte.
  • Per ora non preoccupatevi di piatti o ciotole. Li getterà comunque sul pavimento. Mettete il cibo direttamente sul tavolo o sul vassoio del seggiolone e lasciate che la festa cominci.
  • Cenate insieme. Non c’è motivo, se la vostra cena è a base di cavolfiore al vapore e salmone, che il bambino non possa mangiare gli stessi cibi insieme a voi. Mangiare è un’attività sociale, quindi lasciate che la vostra piccola veda cosa fate con il cibo e datele la possibilità di imitarvi. Il bambino vuole il tuo pane tostato o cerca la banana che stai mangiando?Offritele una porzione (purché sia adatta al bambino).
  • Incoraggiate il divertimento. Pensate ai cibi solidi come a un gioco, quando la bambina esplora le diverse consistenze e sperimenta la degustazione e la masticazione. Lo svezzamento guidato dal bebè consiste nel mettersi a proprio agio con i vari cibi.
  • Offrite una varietà di cibi. Col tempo, esponete il vostro bambino a una vasta gamma di scelte per aiutarlo a sviluppare un palato avventuroso e renderlo meno schizzinoso più tardi nella vita. Servite cibi di diversi colori (pomodori arrostiti, fagiolini al vapore e patate dolci) e di diverse consistenze (avocado liscio, anguria croccante, pane integrale granuloso e anche pasta cotta tenera).
  • Non forzare la questione. Dato che il vostro bambino sta ricevendo la nutrizione di cui ha bisogno sotto forma di latte artificiale o di latte materno, non sorprendetevi se mangia molto poco nei primi mesi. Lasciate che sia lei a stabilire il ritmo. Man mano che diventa più abile e comincia a mangiare di più, consumerà gradualmente meno latte materno o latte artificiale a favore dei cibi solidi che sta imparando ad amare.

I migliori alimenti per lo svezzamento guidato dal bambino

Finché è morbido, tagliato in pezzi piccoli e maneggevoli (dimensione del pugno del bambino) e non è nella lista degli alimenti a rischio di soffocamento, è nel menu dello svezzamento guidato dal bambino. Non preoccupatevi di quanto o quanto poco mangia il vostro bambino nei primi mesi, ma fate del vostro meglio per servire una dieta completa. Considerate la possibilità di offrire ogni giorno un alimento di ciascuno di questi gruppi di alimenti per garantire che il bambino riceva le sostanze nutritive di cui ha bisogno:

  • Cereali, come i fusilli integrali o i fusilli di grano tostati con l’hummus
  • Grassi sani, come l’avocado (mangiato da solo o spalmato sul pane)
  • Proteine, come pollo o manzo bollito, uova o pesce alla griglia (fare attenzione a rimuovere le lische)
  • Frutta e verdura, come un pezzo di banana o di avocado; un triangolo di pera matura; broccoli, carote o fagiolini al vapore; o patatine fritte di patate dolci (tutte facilmente schiacciabili con le gengive senza denti e a forma di bastoncini spessi o facilmente tagliabili a strisce spesse, facili da tenere in mano al bambino)
  • Latte, come lo yogurt e i formaggi morbidi pastorizzati come la ricotta o la ricotta (se gliene viene data la possibilità, i bambini possono imparare a nutrirsi al cucchiaio da soli)

Non c’è bisogno di aggiungere sale, zucchero o dolcificanti artificiali agli alimenti del vostro bambino, poiché non aggiungono alcun valore nutrizionale. Inoltre, mascherano i sapori innati degli alimenti per bambini – e alcune ricerche hanno persino scoperto che i bambini in realtà non hanno alcuna preferenza per questi gusti. Inoltre, l’uso costante del sale o dello zucchero fa sì che i bambini preferiscano cibi salati o zuccherati a lungo termine. (Va bene, tuttavia, condire il cibo con erbe e spezie – il vostro bambino potrebbe amare il sapore del sapore). Saltate anche patatine fritte, biscotti e altri cibi preconfezionati e preparati, poiché tendono ad essere privi di sostanze nutritive e pieni di additivi e grassi trans malsani.

Ricordate che lo svezzamento guidato dal bambino, come molti altri approcci genitoriali, non è una proposta tutto o niente. È possibile scegliere svezzamento baby-led un po ‘di tempo, alternando con cucchiaio-alimentazione o aggiungendo ad esso (bambino mangia un pezzo di banana, si cucchiaio in qualche yogurt).