Trovare ogni giorno nuovi stimoli per il gusto (e distogliere l’attenzione!)? Ecco cosa provoca voglie e avversioni alimentari durante la gravidanza e cosa si può fare a riguardo.
Sottaceti, torta, gelato, oh mio Dio! Se le vostre papille gustative sono andate in tilt, iscrivetevi al club. Le voglie e le avversioni per la gravidanza sono incredibilmente comuni. Infatti, il 50-90 per cento delle donne in attesa può avere una voglia improvvisa di un particolare cibo o piatto, mentre molte altre sono improvvisamente spente da cibi che prima gli piacevano.

Quando iniziano in genere le voglie e le avversioni alimentari durante la gravidanza?

Le voglie alimentari di solito iniziano ad emergere alla fine del primo trimestre, raggiungono il loro picco e si intensificano durante il secondo trimestre, per poi iniziare a diminuire. Più o meno nello stesso periodo, molte donne in gravidanza provano anche almeno un’avversione per il cibo, o un nuovo senso di repulsione al solo pensiero di uno spuntino che hanno gustato in precedenza. Le avversioni alimentari sono spesso associate a nausea e nausea mattutina. E anche se si possono provare sia desideri intensi che repulsioni allo stesso tempo, la ricerca suggerisce che questi stimoli non sono probabilmente correlati l’uno all’altro.

Cosa provoca voglie di cibo e avversioni durante la gravidanza?

Diversi fattori possono essere all’opera quando si tratta di quelle disattenzioni e disgusto per l’appetito che stai sperimentando ora che sei incinta:

  • Gli ormoni. Gli ormoni della gravidanza possono giocare un ruolo importante, soprattutto all’inizio della gravidanza, quando il vostro corpo ne è positivamente inondato (se avete provato un forte desiderio di, diciamo, cioccolato prima della gravidanza, soprattutto prima del ciclo mestruale, è probabile che sentiate gli stessi stimoli ora).
  • Sensi stravaganti. I vostri recettori del gusto e l’olfatto possono essere super sensibili, opachi o generalmente fuori posto (sono tutti comuni durante la gravidanza). Quindi un boccone di broccoli può sembrare assolutamente disgustoso perché la tua bocca è iper-attenta alla sua amarezza.
  • Segnali nutrizionali incrociati. Ci può essere anche un po ‘di verità al concetto che si desidera ciò che il vostro corpo ha bisogno e sono respinti da ciò che non è buono per voi. Questa teoria funziona con i preferiti prima della gravidanza, come il caffè e l’alcol, che possono improvvisamente spegnere i bevitori abituali di entrambi. Ma non spiega perché si potrebbe storcere il naso di fronte a cibi sani che si amavano, come l’insalata o i fiocchi d’avena. Una teoria è che gli esseri umani si sono allontanati così tanto dalla catena alimentare originale che il corpo non è più in grado di interpretare in modo affidabile i propri segnali interni. Sì, il vostro corpo sa di aver bisogno di vitamina C e calcio, ma al giorno d’oggi questo può tradursi in una voglia di un piatto di gelato Chunky Monkey con Oreo schiacciato, invece di una fetta di melone e un bicchiere di latte.
  • Un bisogno di comfort (cibo). Si possono desiderare cibi e piatti speciali che si associano alla cultura e all’educazione (uno studio ha scoperto che le donne giapponesi in attesa hanno una voglia matta di riso, per esempio), soprattutto in attesa dell’arrivo del bambino. Quindi, se volete gli spaghetti al formaggio che adoravate da bambini, fatelo!

Cosa posso fare per le voglie di cibo e le avversioni durante la gravidanza?

Non puoi sempre combattere questi sintomi, quindi cerca di rispondere alle voglie e alle avversioni con la ragione. Tenete presente che la maggior parte scompare o si attenua entro il quarto mese – se il vostro non lo fa, può essere un’indicazione di un bisogno emotivo che dovreste affrontare. Parlate con il vostro partner: Se ciò di cui avete veramente bisogno è un po’ più di TLC, lui o lei dovrebbe essere in grado di aiutarvi con abbracci e attenzioni extra (o almeno di prendere un po’ di cibo da asporto). Ecco alcuni altri consigli utili:

  • Cercate di evitare di impazzire con le voglie di gravidanza che non fanno nulla per voi dal punto di vista nutrizionale – anche mentre le assecondate. Per esempio, prendete una mini barretta di cioccolato al posto di una versione king-size, o un bicchiere di latte al cioccolato magro piuttosto che un vassoio di brownies.
  • Quando le voglie colpiscono, andate in collina (o in un altro luogo che vi distrae). Fate una passeggiata o andate in palestra. Anche leggere un libro o chiamare un amico per una chiacchierata può distogliere la mente da quella ciambella glassata che ti chiama.
  • Cedete alle vostre voglie di tanto in tanto (anche se non per l’alcol) – poi mangiate bene per il resto della giornata.
  • Se le avversioni alimentari durante la gravidanza limitano l’assunzione di cibo, cercate dei sostituti per i cibi sani che non riuscite a digerire in questo momento.

Posso prevenire le voglie di cibo e le avversioni durante la gravidanza?

Probabilmente no, ma è possibile anticipare cosa fare scorta e cosa evitare. Per esempio, se sai di avere voglia di dolci (come dicono fino al 60% delle mamme incinte) e di latticini, fai il pieno di frutta fresca e yogurt per non abbuffarti di frullati al cioccolato (anche se uno o due probabilmente non ti faranno male!). D’altra parte, se l’odore del cibo cinese vi fa venire il bavaglio, dite al vostro coniuge di ordinare una pizza. Ultimo pensiero: Se tua madre aveva voglie e avversioni, probabilmente lo farai anche tu. Tale madre, tale figlia!

Quando posso aspettarmi che le voglie di cibo e le avversioni finiscano mentre sono incinta?

La maggior parte delle donne incinte dice che le loro voglie alimentari raggiungono l’apice nel secondo trimestre. Ma non siate sorpresi se i vostri strani sintomi legati al gusto fluiscono e fluiscono senza seguire uno schema particolare. Nel terzo trimestre, il vostro appetito e le vostre papille gustative potrebbero essere il modo in cui erano prima della gravidanza. Altrimenti non preoccupatevi… le vostre abitudini alimentari torneranno alla normalità una volta nato il bambino.

Quando devo chiamare il medico per le voglie e le avversioni alimentari?

Chiamate il vostro medico se avete voglia di sostanze strane come l’argilla, la cenere o l’amido del bucato. Questo tipo di desiderio, noto come pica, può essere il segno di una carenza nutrizionale, in particolare di ferro. Inoltre, se la vostra nausea mattutina non vuole smettere, parlate con il vostro medico dei farmaci che possono alleviare i comuni sintomi precoci della gravidanza legati alla nausea.